26 Novembre 2019

Sottoscrizione del Protocollo d'intesa: intervista all'Avvocato Maria Suppa

GIACOMO GIUDICI

Immagine dell'articolo: <span>Sottoscrizione del Protocollo d'intesa: intervista all'Avvocato Maria Suppa </span>

Abstract

Il 21 novembre scorso, l'Avvocato Maria Suppa ha sottoscritto il Protocollo d'intesa sul Mercato Legale 4.0 redatto da 4cLegal, ANUTEL e AIGA (https://www.4clegal.com/download/Protocollo_ANUTEL-AIGA-4cLegal_def.pdf). Nel consegnare all'Avvocato e allo Studio Legale Tributario Chiarello&Suppa il Badge di Best Practice Mercato Legale 4.0, abbiamo realizzato una piccola intervista per contestualizzare la scelta di aderire al documento e ai suoi principi di professionalità, tracciabilità e trasparenza, apertura e concorrenza.

***

Avvocato Suppa, proviamo a inquadrare la sua attività e storia professionale alla luce dei principi espressi nel Protocollo d’intesa sul Mercato Legale 4.0.

Ho 46 anni e, avendo iniziato presto la professione, posso dire di avere adeguata conoscenza del mercato legale. La mia posizione e quella dello Studio Legale Tributario Chiarello & Suppa è solida e riconosciuta oggi – difendiamo enti e clienti in tutta Italia nei gradi di merito e innanzi alla Corte di Cassazione – ma non dimentico i primi tempi in cui ho affrontato difficoltà nel ricevere incarichi a causa di meccanismi poco trasparenti, dei “no” che arrivavano per mancanza di contatti e non per una valutazione obiettiva delle mie competenze. Nonostante gli ostacoli, ho sempre lavorato con la stessa passione, impegno e competenza mantenendo come punti fermi i principi di professionalità, competenza e trasparenza, nel convincimento che questi sforzi avrebbero trovato il giusto e meritato riscontro, evitando qualsiasi altra scorciatoia.

Come è venuta a conoscenza dell’iniziativa del Protocollo?

Sono venuta a conoscenza del Protocollo d’intesa sul Mercato Legale 4.0 tramite i canali social. Sono stata positivamente sorpresa. Mi sono detta: “finalmente qualcuno si è posto apertamente il problema dei principi su cui si basa il mercato legale in Italia!”. Lo dico anche da operatore attivo al Sud: dobbiamo avere la forza di ammettere che qui è più difficile, rispetto al Nord, affermarsi contando esclusivamente sulle proprie capacità e sulla propria competenza. Per tutti questi motivi sono stata molto felice di contattarvi e sottoscrivere il Protocollo, sono certa che tanti colleghi seguiranno a breve e per quanto mi riguarda non mancherò di diffondere il più possibile la pregevole inziativa.

Come si approccia nella ricerca della clientela?

Nella concretezza, il mio Studio ed io applichiamo i principi di cui al protocollo d’intesa sul Mercato Legale 4.0, che condividiamo pienamente, offrendo esclusivamente la nostra competenza. Rifuggendo, quindi, da pratiche di sponsorizzazioni/raccomandazioni e/o di appartenenza a “gruppi di potere”, nel convincimento che i criteri di scelta di un legale dovrebbero sempre e comunque essere quelli della conoscenza della materia, dello scrupolo e competenza professionale, oltre che della trasparenza e correttezza.

Altri Talks