31 Maggio 2021

Il filo rosso della Sostenibilità. Anche in casa nostra

ALESSANDRO RENNA

Immagine dell'articolo: <span>Il filo rosso della Sostenibilità. Anche in casa nostra</span>

Abstract

Il mercato legale non è mai stato così vitale. La sostenibilità sta dando nuovo ottimismo e nuovo slancio agli operatori, e 4cLegal prosegue il suo lavoro di innovazione con sempre maggior forza.

 

***

Siamo convinti sostenitori della necessità di affermare la Sostenibilità nel mercato legale, fin da quando nel 2018 abbiamo sollecitato i nostri stakeholder a riflettere sull’attenzione riservata dai maggiori gruppi imprenditoriali del mondo al tema della “supply chain” (Editoriale).

Se nella supply chain rientrano anche i professionisti -e questo è certo, ISO 37001:2016 docet- era chiaro già da allora che si sarebbero verificati almeno due effetti:

  • le imprese avrebbero prestato più attenzione alle modalità di selezione dei loro professionisti, dando applicazione ai principi di buona governance nell’acquisto di servizi professionali (la “G” della triade Environmental Social Governance che sintetizza i valori della sostenibilità);
  • gli studi professionali avrebbero dovuto investire sulla loro sostenibilità, perché imprese sostenibili lavorano con studi sostenibili (cosiddetta “circolarità”).

Forti di questa convinzione, abbiamo non solo interpretato ma anche provato a definire i contorni della Sostenibilità nel nostro mercato. I nostri stakeholder conoscono:

L'ultima novità è che stiamo per lanciare sul mercato un servizio dedicato a mappare e ad attestare la sostenibilità degli studi professionali: si chiama Autodichiarazione di Sostenibilità Validata e sarà disponibile da giugno. Qui il video che lo racconta. Il nostro mercato soffre di "asimmetria informativa", ma da domani sarà più facile individuare gli studi professionali che sono davvero sostenibili.

Il nostro impegno per innovare il mercato legale in senso sostenibile è solo all’inizio, ma un altro fronte di innovazione riguarda necessariamente noi stessi.

***

È facile promuovere la sostenibilità degli altri, meno facile è farlo in casa propria. Negli scorsi mesi abbiamo lavorato a costruire una “nuova 4cLegal”, che superate le intemperie della fase di startup fosse in grado di evolvere in modo coerente con quello che ritiene essere il suo “purpose”, ovvero l’italica ragion d’essere.

In questa prospettiva siamo recentemente diventati una società benefit e abbiamo assunto impegni precisi nei confronti dei nostri stakeholder.

Qui di seguito un estratto del nostro nuovo statuto, nel quale abbiamo cercato di inserire -oltre ai principi guida- anche alcuni impegni specifici (evidenziazioni mie):

I principi guida della Società sono: il rispetto, la trasparenza, la condivisione, le relazioni e la meritocrazia. Conseguentemente, la Società ha per oggetto le seguenti finalità di beneficio comune:

  • prevenire ed evitare approcci distorti e non basati sulla meritocrazia nelle relazioni tra imprese e professionisti, proponendo e fornendo al mercato sistemi e soluzioni di scelta dei professionisti basati sulla competizione, il merito e la competenza nelle singole materie e nei singoli settori;
  • individuare e selezionare dipendenti, consulenti e stagisti in base a criteri di meritocrazia e competenza evitando qualunque forma di preferenza che sia basata su rapporti personali, preferenziali o di potere;
  • improntare il rapporto tra la Società e coloro che prestano la propria attività per la stessa siano essi dipendenti, consulenti o stagisti - sulla trasparenza e chiarezza e su un costante confronto interno, anche attraverso sondaggi e questionari periodici, così da creare un contesto di lavoro sereno, non frustrante, attento alle esigenze del singolo, che valorizzi il talento, il merito e l’impegno;
  • in correlazione con il raggiungimento degli obiettivi della società, creare un sistema di sostegno, incentivazione e valorizzazione dei dipendenti e collaboratori, promuovendone il coinvolgimento costante e protagonista nel perseguimento della mission aziendale;
  • promuovere presso tutti i dipendenti e collaboratori della Società l’affermazione di una cultura della sostenibilità ambientale, sociale e di governance come approccio da mantenere costantemente attraverso dialogo continuo, corsi di formazione e iniziative concrete;
  • dedicare, a condizioni di favore o anche gratuitamente, asset e risorse umane alla realizzazione di progetti su persone e categorie i cui diritti risultino compromessi o non sufficientemente tutelati ad esempio aiutando a individuare un professionista di riferimento nell’ambito del network a disposizione della Società;
  • creare una “banca del tempo” con un monte ore definito dei dipendenti della Società da dedicare a progetti e startup che abbiano nelle loro finalità una vocazione e/o un impatto sociale

Rendiconteremo periodicamente le nostre attività di perseguimento del beneficio comune e cercheremo di farlo in modo puntuale e trasparente. Non saremo perfetti, ma ci proveremo senza risparmiarci.

Questo riguarderà 4cLegal ma anche 4cLegal R&D, la neocostituita startup innovativa benefit che si occuperà di sviluppare le tecnologie di frontiera da applicare alle nostre piattaforme o in prodotti specificamente dedicati a direzioni legali e studi professionali. Siamo convinti che la sostenibilità parli il linguaggio del digitale e su questo vogliamo investire le nostre migliori risorse.

***

Una community di oltre 7500 utenti ha seguito i nostri ultimi eventi: Festival della Giustizia, Legal Innovation Days, Merger & Acquisition Summit, Convention sulla Sostenibilità nel Mercato Legale. Presto lanceremo il palinsesto delle iniziative dell'ultima parte dell'anno, tra le quali è prevista la terza edizione della 4cLegal Academy italiana, ma anche la prima edizione di quella internazionale di cui vi daremo conto nel prossimo editoriale. Ringrazio sentitamente i nostri stakeholder per essere tutti i giorni fonte di ispirazione e motivazione.

Altri Talks